Ne parliamo con la Dr.ssa Valentina Garattoni , fisioterapista abilitata ad applicare il Metodo Mézières ,  collaboratrice di  Punto Salute

 

Ginnastica Posturale , quante varietà ce ne sono?

Svariate , ma tutte prendono spunto dal metodo messo a punto dalla fisioterapista francese , Francoise Mézières

 

Cos’è il Metodo Mézières?

Il Metodo Mézières, non è semplicemente una tecnica riabilitativa, ma è appunto un METODO.. Un metodo RIEDUCATIVO che vuole “perfezionare” la forma per ripristinare la funzione del movimento e dei Sistemi fisiologici.

 

Può essere una “ginnastica di gruppo”?

No! È un metodo assolutamente  personalizzato , ogni persona è un caso a se e come tale va trattato individualmente

 

Qual è l’obbiettivo del Metodo Mézières?

Il Metodo Mézières ha appunto come obbiettivo principale la ricerca e il ripristino della forma “perfetta”, “normale” . Ripristinando ad esempio la forma normale di un ‘ articolazione si ripristina anche la fisiologia e il movimento di questa;  non si sforza di migliorare la funzione con il movimento, ma attraverso l’allungamento delle Catene muscolari sempre ipertoniche, in retrazione…

 

Quindi la parola d’ordine è “allungare”?

L’ipertonicità e la mancanza di elasticità/estensibilità  muscolare sono  responsabili di molti dismorfismi. Per un funzionamento normale, armonioso, il corpo deve essere equilibrato, simmetrico. “ La Salute è il risultato della forma perfetta” e il metodo …..tende a raggiungerla.

 

Da cosa è caratterizzata una seduta di ginnastica posturale “Mézières”?

ATTENTA OSSERVAZIONE E VALUTAZIONE DEL PAZIENTE

Si usano tecniche di allungamento globale , un lavoro posturale correttivo ,  per una durata di circa 50/60 minuti con una frequenza settimanale. È  un metodo dinamico… in continuo divenire…. così come cambiano le reazioni, le posture, gli atteggiamenti, i compensi del paziente…

 

Quali patologie trovano sollievo o risoluzione grazie a questo Metodo?

Cervicalgie, lombalgie, dolore provocato da ernie discali, artrosi, cefalee riconducibili al Rachide Cervicale, disturbi neurovegetativi provocati da compressioni radicolari, nevralgie….