La cupping therapy, conosciuta in Italia anche con il nome di coppettazione è una terapia introdotta in Cina verso il II secolo d. C., è una tecnica utilizzata nel trattamento dei sintomi dolorosi originati da freddo, umidità o seguenti ad eventi traumatici. Il nome deriva dagli strumenti impiegati, utilizza infatti dei vasetti dal diametro di circa 5 cm applicati sulla cute in diversi punti, spesso coincidenti ai punti dell’ago puntura. E’ possibile procedere in due modi: attraverso l’utilizzo di una fiamma oppure mediante il vuoto meccanico. Il primo metodo è il più antico e l’unico utilizzato fino ad alcuni anni fa; si introduce nella coppetta, per alcuni decimi di secondo, un fiammifero acceso per determinare la fuoriuscita dell’aria permettendo in tal modo la formazione del vuoto. La particolarità del trattamento ovviamente implica che sia sconsigliabile il “fai da te”.